Assefa India

ASSEFA è un’organizzazione indiana al servizio delle comunità rurali che si ispira al principio gandhiano del Sarvodaya “il benessere di tutti”. Il nome ASSEFA deriva dall’acronimo di Association for Sarva Seva Farms, Associazione per le fattorie al servizio di tutti.

Nel 1969 a Sevalur, nel Tamil Nadu, un professore di filosofia di Sanremo, Giovanni Ermiglia, incontrò alcuni operatori gandhiani che gli illustrarono la situazione drammatica in cui vivevano gli abitanti dei villaggi. Insieme decisero intraprendere iniziative sociali ed economiche sia in Italia che in India al fine di raccogliere fondi per consentire ad alcune di quelle famiglie di lavorare le terre loro assegnate. dal movimento Bhoodan (dono della terra).

L’obiettivo principale di ASSEFA è migliorare la situazione economica, sociale e culturale della popolazione rurale, incoraggiando i loro carismi e la loro capacità di autosviluppo. Per questo ASSEFA promuove una coesione sociale priva di discriminazioni di casta e di religione basata sui principi di libertà, uguaglianza economica e giustizia sociale.

Dopo oltre 40 anni di intenso e costante impegno e lavoro ASSEFA India viene annoverata tra le più importanti organizzazioni non governative dell’India.

 

I villaggi ASSEFA

 

I villaggi nei quali l’ASSEFA opera sono generalmente piccoli centri abitati, lontani dalle città, composti principalmente da contadini senza terra, il cui sostentamento dipende soprattutto dall’agricoltura.

Il reddito dei braccianti agricoli è insufficiente alla soddisfazione dei loro bisogni primari, ma in loco non sono disponibili attività economiche alternative o complementari. ASSEFA propone dunque una strategia combinata per migliorare sia lo sviluppo economico che il benessere sociale.

 

 

Programmi per il benessere economico

 

Sviluppo agricolo: disponibilità di materie prime e attrezzature di qualità, promozione del commercio rurale e gestione delle risorse naturali.

Produzione di latte: sostegno all’acquisto di mucche , raccolta del latte, lavorazione e commercializzazione del surplus.

Sviluppo di piccole imprese: fornitura di materie prime, formazione professionale e commercializzazione della produzione.

Credito Sociale: per sostenere i bisogni immediati e l’acquisto di beni di prima necessità.

 

 

Programmi per il benessere sociale

 

Educazione rurale: scuole per la prima infanzia, elementari, medie inferiori e superiori, in particolare istituti tecnici e di formazione professionale.

Abitazioni rurali: costruzione di nuove case e miglioramento delle condizioni abitative e igieniche delle costruzioni esistenti.

Progetti sanitari: servizi per l’educazione alla salute, la prevenzione e la cura.

Protezione sociale: misure per mitigare i rischi per le persone e il bestiame.

 

 

Sviluppo socialmente sostenibile

 

Allo scopo di rendere le famiglie indipendenti e fiduciose nelle proprie capacità, ASSEFA ha adottato la duplice strategia di mobilitare le comunità e creare associazioni locali.

Le comunità sono incoraggiate a partecipare nel processo di sviluppo, sia nella fase iniziale di identificazione delle problematiche e delle priorità locali, sia nelle fasi successive, riguardanti la pianificazione e la messa in atto dei progetti.

ASSEFA promuove la partecipazione delle istituzioni locali e, dove necessario, agisce da mediatore con il settore pubblico. Inoltre attraverso la formazione di gruppi locali, ad esempio dei gruppi di mutuo-aiuto femminile, sostiene le necessità delle fasce sociali più disagiate (donne, bambini e anziani). I gruppi si incontrano regolarmente per discutere le iniziative da promuovere e partecipano attivamente alla loro realizzazione. Sono inoltre organizzati in federazioni locali per favorire collaborazioni e azioni di negoziazione collettiva con agenti esterni.

Questa modalità di intervento è congeniale a creare le condizioni per l’autosviluppo, stimolando nella comunità la coesione sociale e il senso di responsabilità.

 

Progetti economici

 

ASSEFA lavora nelle aree più povere e remote, dove i contadini senza terra sono costretti a lavorare come braccianti agricoli pagati in modo irregolare e insufficiente, oppure ad emigrare. I progetti di promozione economica prevedono servizi quali:

 

Il sostegno al settore agricolo attraverso la gestione sostenibile delle risorse naturali, la fornitura di imputs agricoli di ottima qualità, la promozione della lavorazione delle materie prime che permette di vendere prodotti con valore aggiunto, la creazione di mercati locali, la messa a coltura di alberi da frutta.

 

La formazione professionale rurale è mirata all’identificazione delle alternative economiche sostenibili, al miglioramento delle competenze e alla pianificazione dell’attività economica. Contribuisce inoltre alla ricerca applicata, alla collaborazione nel settore e alla condivisione delle conoscenze.

 

La produzione del latte

La produzione del latte da parte delle donne dei gruppi di mutuo aiuto che ottengono accesso al credito, consiglio nell’acquisto delle mucche, cure veterinarie, servizi di raccolta decentralizzata.

Il latte viene inviato a centrali di lavorazione e commercializzazione possedute dalle federazioni di gruppi di mutuo aiuto.

 

La promozione delle micro imprese, soprattutto nel settore dell’artigianato, per esempio filatura e tessitura del cotone e della seta, sartoria, taglio delle gemme sintetiche, lavorazione della pelle e produzione di articoli in cuoio, produzione di incenso, attività commerciali come drogherie ed empori. A livello di villaggio vengono formati dei gruppi per la condivisione delle conoscenze e per la negoziazione collettiva dei prezzi.

Poiché l’artigianato tradizionale risente della globalizzazione dei mercati e degli avanzamenti tecnologici, ASSEFA aiuta gli artigiani a continuare la loro professione attraverso finanziamenti, sostegno nella commercializzazione e formazione professionale per i giovani che desiderano intraprendere la professione di artigiano.

Molte ragazze hanno frequentato corsi di sartoria e di ricamo alla fine dei quali hanno potuto rilevare le macchine da cucire e cominciare un’attività in proprio. Più di mille donne sono state aiutate a iniziare attività commerciali di vendita e/o di preparazioni alimentari. Nei centri di formazione professionale sono offerti corsi per elettricista, meccanici per montatore e aggiustatore di impianti di refrigerazione, tecnico informatico per i ragazzi.

 

 

 

Ultime notizie

27/06/2017

Tre bambini sorrideranno grazie al concerto dell'ASSEFA

Cari amici, sul giornale "IL PICCOLO" di oggi martedì 28 giugno, è stato pubblicato a cura della...

 

03/06/2017

Note e Voci di Solidarietà -18 giugno ore 21-

Domenica 18 giugno alle ore 21 presso la Parrocchia Cuore Immacolato di Maria, in collaborazione...

 

15/03/2017

5 x 1000 anno 2017

Destina il tuo 5 x 1000 ad ASSEFA AlessandriaCollaboriamo insieme per dare una grande opportunità...

 

08/03/2017

Assefa Alessandria augura buona festa a tutte le donne

Da tanti anni ci occupiamo dell’educazione dei bambini/e dei villaggi del sud dell’India, del...