CHI SIAMO

|

PROGETTI e INIZIATIVE SOLIDALI

|

SOSTEGNI A DISTANZA

|

COSA PUOI FARE TU

|

CONTATTI

News

 

 

News Covid 19 in India

22/03/2021

 

Vi trascrivo uno stralcio della e.mail che ci ha inviato Padre Ruben dall'India, ex studente delle Sarva Seva di Ayyannarpuram a suo tempo sostenuto a distanza dall'Associazione:

"La seconda fase del Covid si sta diffondendo qui .. Solo Dio può guarire il mondo .. In India ogni giorno si riscontrano 40.000 nuovi casi .. Terribile aumento negli ultimi giorni. Vorrei sapere se voi tutti avete avuto i vaccini .. Vi consiglio di farlo .. Prego per voi tutti i giorni .. Tenetevi lontani dalla folla .. State al sicuro"

In realtà, secondo quanto riportato anche dal quotidiano THE HINDU di oggi, l'India vede con i suoi 11.646.081 casi di coronavirus la più alta ondata di contagi in un solo giorno dal 7 novembre 2020 raggiungendo la quota di 46.951.

Sul piano economico, così come riportato da ASIANEWS, almeno 32 milioni di indiani sono usciti dalla classe media a causa della pandemia da Covid-19.

Lo ha rivelato ieri il Pew Research Centre di Washington; lo studio analizza le variazioni di reddito nei diversi Stati del mondo tra il gennaio 2020 e l’inizio del 2021.

Dalla ricerca emerge che a livello mondiale 54 milioni di individui non fanno più parte della classe media (coloro che guadagnano tra 10 e 20 dollari al giorno). La maggior parte è concentrata in Asia, con l’India che copre una quota del 60%. Nei Paesi sviluppati si è avuta invece una crescita (+16 milioni), dovuta anche alla riduzione di reddito delle persone che vivevano con più di 50 dollari al giorno.

In netto aumento anche i poveri nel mondo. Circa 131 milioni di persone si sono aggiunte a chi guadagna meno di 2 dollari al giorno (i genitori dei bambini sostenuti da ASSEFA ALESSANDRIA fanno parte di questa categoria) : in India l’ aumento è stato di 75 milioni (il 60% della quota mondiale).

L’impoverimento della popolazione indiana è un riflesso del calo del Pil nazionale (-7,7% lo scorso anno).

Notizie più rassicuranti ci arrivano dai villaggi dove vivono i bambini sostenuti a distanza in quanto, per il momento, non si riscontrano casi di covid19. Purtroppo anche le classi 9°,10° e 11° delle scuole superiori sono state chiuse per effetto dell'incremento del virus e rimangono aperte solo le classi 12° perchè gli studenti devono affrontare l'esame di stato.

ASSEFA INDIA continua a tenere in contatto i bambini che frequentano le Sarva Seva Schools attraverso le insegnanti che si recano nei villaggi portando cibo e ad insegnare in luoghi all'aperto oppure nelle aule delle scuole Assefa fuori dall'orario normale e in sicurezza.

 

Photogallery

 

 

 

 

Torna indietro