CHI SIAMO

|

PROGETTI e INIZIATIVE SOLIDALI

|

SOSTEGNI A DISTANZA

|

COSA PUOI FARE TU

|

CONTATTI

News

 

 

ASSEFA NGO , leader asiatico nel redigere i documenti per il Forum mondiale delle NAZIONI UNITE

17/12/2019

 

Un’altra bella notizia che arriva dal nostro partner ASSEFA INDIA NGO.
RIPESS è una rete intercontinentale per la promozione dell’economia e della solidarietà sociale che segue i dettami degli obiettivi di sviluppo sostenibile adottato dalle Nazioni Unite.
Per maggiori informazioni vedi
http://www.ripess.org/?lang=en
Ogni continente ha una rete che porta un nome organizzativo diverso, quello dell’Asia si chiama ASEC.
Nel mese di novembre ASEC ha convocato in conferenza a Yogyakarta in Indonesia i delegati di organizzazioni di solidarietà sociale di 11 Paesi dell’Asia i quali hanno presentato i loro migliori modelli di economia di solidarietà sociale che ricoprono gli aspetti di governance responsabile a livello sociale, sviluppo incentrato sulle persone, conservazione dell' ambiente, sostenibilità socio - economica e costruzione di valori etici.
Alla conferenza è stata invitata anche ASSEFA NGO per presentare il suo modello di sviluppo e la sua esperienza in queste ultime cinque decadi.
Il modello presentato da ASSEFA NGO si distingue nel promuovere la Green Economy /l'economia della stabilità.
Attraverso la presentazione di gruppi di mutuo aiuto, con l'obiettivo di soddisfare i bisogni basilari, fornendo sicurezza sociale a coloro che sono più vulnerabili e costituire organizzazioni basate sulla fiducia reciproca per sostenere i programmi, sono i punti per i quali ASSEFA NGO è stata molto apprezzata ed è stato ugualmente oggetto di ammirazione da parte dei rappresentanti degli altri Paesi in particolare per la filosofia gandhiana del "Sarvodaya".
E' stato annunciato che il Forum mondiale delle NAZIONI UNITE si terrà a Barcellona il prossimo giugno 2020 e i rappresentanti asiatici sono stati invitati a intervenire e a portare il loro contributo sugli argomenti centrali del meeting:
-temi riguardanti l'accaparramento delle terre
-temi relativi alla pratica dell'agricoltura sostenibile
-temi relativi alla gestione della silvicoltura sociale
-temi relativi al coinvolgimento della gioventù in attività costruttive
-temi relativi alla gestione di disastri naturali
ASSEFA NGO avendo alle spalle una lunga esperienza di attività legate all'agricoltura e allo sviluppo della terra, è stata indicata come leader nel redigere i documenti preparatori relativi alle pratiche di agricoltura sostenibile nei Paesi asiatici.
http://www.ripess.org/asec-ripess-asia-international-conference-on-transformative-economy%e2%80%a8/?lang=en
“Le storie di Sarva Seva Farms (ASSEFA), dell'India e del movimento Sarvadaya, che incidono su un raggio d'azione molto ampio di villaggi, sono un altro esempio delle dimensioni e dell'impatto dell'economia alternativa delle persone che lavorano in cooperazione e solidarietà, per migliorare la loro vita quotidiana.”
ASEC ha chiesto inoltre ad ASSEFA ONG di organizzare con il suo supporto una conferenza coinvolgendo i rappresentanti dell'India sul tema dell’economia di solidarietà sociale.

Compendio di presentazione di ASSEFA all'incontro di Yogyakarta

Associazione per Sarva Seva Farms (ASSEFA) - India -50 anni di sviluppo sostenibile Dal 1968, ASSEFA ha contribuito a creare migliaia di villaggi autosufficienti nel Tamil Nadu (la maggioranza), ma anche in altri 6 stati. Anche se l'associazione usa l'espressione Sviluppo comunitario, le somiglianze con l'economia sociale e solidale (SSE) sono sorprendenti. La leadership ASSEFA è a conoscenza di SSE e sono a proprio agio con il concetto. Dalle sue origini fino ad oggi, l'approccio è quello di soddisfare l'insegnamento di Gandhi che eleva la situazione di centinaia di milioni di poveri in India. Per raggiungere questo obiettivo, il primo compito era avere terreni per l'agricoltura, sotto proprietà collettiva, per i senza terra. Ciò è stato possibile con la terra donata a tale scopo e, successivamente, da piccoli agricoltori che hanno unito le loro terre per creare tali villaggi.

I 50 anni di sviluppo della comunità sono una grande impresa. Conferma che lo sviluppo basato sulle persone, lo sviluppo dal basso, è la strada per cambiare il mondo. Lo sviluppo top-down non funziona. Istituzioni esterne come dipartimenti governativi, agenzie di sviluppo e ONG internazionali, devono avere un ruolo di supporto in ciò che le persone intraprendono.

La pratica ASSEFA conferma anche l'importanza dell'organizzazione in federazioni, associazioni, grandi settori. L'ASSEFA con 10 000 villaggi e 1 milione di famiglie coinvolte, con le sue 160 organizzazioni, è in grado di apprendere, sviluppare progetti e interfacciarsi con le pubbliche amministrazioni.

Vi sono alcuni esempi di tali organizzazioni che hanno la capacità di interagire con i governi. Gli esempi che questo autore conosce meglio sono la Federazione degli utenti forestali comunitari del Nepal (FECOFUN), la Rete nazionale SSE del Mali (RENAPESS), il Chantier de l'économie sociale (rete dell'economia sociale) nella provincia del Quebec in Canada e Bina Swadaya in Indonesia. In tutti i casi, le organizzazioni sono reti o organizzazioni legate alle origini, hanno una lunga esperienza (20 anni in più), sono molto rappresentative e non sono partigiane politicamente. Tutti hanno influenza.

Tuttavia, ASSEFA è probabilmente l'unica organizzazione su larga scala che include tutti gli aspetti dello sviluppo nel suo normale lavoro. Nella maggior parte delle altre regioni del mondo, si trovano organizzazioni che promuovono l'empowerment delle donne, organizzazioni che creano cooperative o imprese simili, organizzazioni ambientaliste, diritti umani, abitazioni, cibo, ecc. Spesso, tutte queste organizzazioni separate in uno stesso territorio collaborano, e talvolta non. In altre parole, ASSEFA ha la caratteristica di un approccio olistico e integrato di tutti gli aspetti della vita.

D'altra parte, è molto difficile immaginare di duplicare un simile approccio nelle grandi aree metropolitane. C'è un limite alla dimensione delle riunioni. Tuttavia, l'approccio ASSEFA può in parte ispirare un approccio evolutivo. È possibile organizzare incontri in quartieri più piccoli. L'esperienza dimostra che è anche possibile creare organizzazioni e attività di sviluppo in alcuni quartieri. Ad esempio, in alcune città, come Seoul e Montreal, esistono partenariati per lo sviluppo di organizzazioni di solidarietà sociale (cooperative e altri tipi di entità senza scopo di lucro).

Per raggiungere lo sviluppo sostenibile, abbiamo bisogno che le organizzazioni di tutti i paesi e regioni del mondo adottino il più possibile un approccio olistico allo sviluppo sostenibile.

Possiamo considerare questa visione un sogno. C'è stato un tale sogno nel 1969 quando è stato creato il primo villaggio ASSEFA!

 

Photogallery

 

 

 

 

Torna indietro